In soli sei mesi passare dal fallimento societario alla quasi promozione in serie A sembra impossibile. E invece a Bari si è vissuta una stagione di passione come non mai: l’agonia per la possibile scomparsa della squadra prima, la rinascita e la massima serie solo sfiorata poi. La storia della Bari calcistica è tutta qua e viaggia dai 936 spettatori di Bari-Modena ai 50.895 di Bari-Latina, partita di andata delle semifinali dei playoff. Cifre non sono sufficienti per trasmettere le emozioni di una stagione senza precedenti. Per questo, lì dove non arrivano i numeri e gli almanacchi, arriva il racconto. Nasce da qui e dall’idea di Cristiano Carriero e Mirko Cafaro, due giovani baresi trapiantati rispettivamente a Jesi e Milano, l’instant book «Che storia la Bari – 25 racconti popolari», edito dalla Gelsorosso e con la prefazione di Gianluca Paparesta, condottiero della rinascita societaria biancorossa.
Un progetto editoriale collettivo nato sul web: “Questo Bari ha dimostrato di avere sette vite come i gatti e di poter richiamare a sé un intero popolo, questa volta senza il traguardo raggiunto della serie A – ha spiegato Mirko Cafaro -. Una squadra e una città in simbiosi che hanno offerto un grande insegnamento: gli eroi non sono solo quelli capaci di alzare una coppa. Gli eroi, destinati a rimanere nella storia anche solo in quella profana dei racconti del bar, hanno il volto umano e umile di 25 ragazzi in grado di restare uniti nelle difficoltà e di portare avanti un sogno collettivo, che non perde di valore anche nel momento in cui resta tale. Nel nostro piccolo, la nostra squadra di autori si è ispirata ai galletti e ha reso loro omaggio dandosi un gran da fare in pochissimo tempo. Con Cristiano ci siamo improvvisati ds e mister, ma dobbiamo dire grazie al nostro “presidente” Carla per il supporto e l’appoggio anche nella scelta di attribuire al libro, sia in formato ebook sia tradizionale, un prezzo popolare, esattamente come i racconti”.
Questo non è un libro sul calcio. È un libro su una città nel pallone. una cavalcata folle verso un obiettivo emotivo, più che sportivo: ritrovare il proprio orgoglio, ritrovare l’entusiasmo, tornare a cantare. È una storia che appartiene a tutti, è la storia della Bari 2013/2014. Calcio allo «stadio» puro. Racconti di: Giovanni Abbaticchio, Dino Amenduni, Valeria Belviso, Valentina Biffi, Mirko Cafaro, Cristiano Carriero, Francesca D’Addario, Fabio Fanelli, Marco Fornaro, Davide Giangaspero, Marco Giorgio, Marco Guario, Stefania Losito, Fabrizio Mazzicone, Alessandra Montemurro, Marco Napoletano, Mauro Notarnicola, Giulia Olivi, Antonino Palumbo, Tommaso Pazienza, Antonella Poliseno, Antonella Rondinone, Gianluca Sasso, Pierluigi Spagnolo, Tiziano Tridente.

come nasce che storia la bari